Category Archives: La Scelta del cucciolo

CONSIGLI PER LA SCELTA DEL CUCCIOLO!

IMG_7413La Stalla dei Conigli è contraria all’acquisto di animali in negozi o mercati ambulanti, per questo consegnamo personalmente i cuccioli anche nelle varie città. Vi suggeriamo di rivolgervi sempre ad un allevamento in regola, soprattutto con le norme igenico-sanitarie. La scelta dell’allevamento si deve basare soprattutto sulla figura dell’allevatore che deve essere assolutamente una persona competente affinchè possiate ricevere tutte le nozioni di base per la cura del vostro cucciolo, prima e dopo l’acquisto e non un mercenario che mira solo a fare quantità di cuccioli senza rispettare standard di peso e bellezza degli animali (non tutti gli allevamenti sono uguali). State attenti soprattutti agli annunci di vendita che trovate su internet, ce ne sono molti ma rivolgetevi solo a chi può garantirvi la massima serietà.

Se decidete invece di rivolgervi ad un negoziante, chiedete sempre la garanzia di acquistare un coniglio nano, per cui è importante che il negoziante sappia da dove provengono i conigli in vendita e se i genitori sono di razza nana, non devono superare 1.5 / 1.8kg di peso da adulti. Se il coniglio ha gli occhi chiusi o non bene aperti significa che è malato o è stato tolta dalla madre troppo presto poiché i conigli ancora molto piccoli si vendono meglio, quindi non lo prendete. Controllate se l’interno del padiglione auricolare è pulito, se notate delle crosticine può essere rogna, meglio lasciarlo stare anche se facilmente curabile con uno spray acaricida. Controllate che la parte dell’orifizio anale sia pulita e che non vi siano residui di feci liquide, potrebbe essere diarrea ed il coniglio potrebbe purtroppo morire entro pochi giorni. Se prendendo in braccio il coniglio sentite le ossa troppo in evidenza con poco strato di grasso, significa che non si è ben nutrito negli ultimi giorni e potrebbe stare male. La cosa fondamentale è che continuate a nutrire il vostro coniglio con il tipo di pellet che ha usato il venditore durante la sua permanenza nel negozio poiché un repentino cambio di alimentazione potrebbe creare problemi intestinali con conseguente morte dell’animale: 3 conigli su 5 muoiono per un’errata alimentazione. Importante sapere che la maggior parte dei venditori non riescono a riconoscere il sesso del coniglio, non vi meravigliate quindi se alla vostra coniglietta scenderanno i testicoli! Per sicurezza portate il coniglio da un veterinario specializzato in animali esotici che vi dirà con certezza se trattasi di maschio o femmina.
Dimenticavo, chiedete sempre l’età del coniglio. Generalmente i negozianti non ne hanno idea e tendono a dire che hanno almeno tre mesi così che da far credere che sia già grande e che non cresca più, ma in genere sono piccolissimi, non arrivano ad un mese e mezzo. Comunque se la sua grandezza è uguale o più piccola al palmo della vostra mano, il coniglio non supera sicuramente il mese di età, se invece è molto molto piccolo non lo prendete perchè è stato tolto dalla madre troppo presto e al 60% morirà.
NON FATEVI FREGARE…!!!!

SCELGO UN MASCHIO O UNA FEMMINA?

coniglio maschio o femmina?

Coniglietto: celgo un maschio o una femmina?

Una delle domande più ricorrenti prima della scelta di un cucciolo è quella sul sesso, ossia qual è il più dolce e coccolone fra un maschio o una femmina?? In realtà non esiste una regola precisa, ci sono maschi affettuosi e femmine più vivaci, ed anche il contrario maschi più vivaci e femmine più dolci e tranquille. Ogni animale, come le persone, hanno un loro carattere, una loro indole, e varie sfaccettature che lo rendono unico rispetto agli altri.

L’unica differenza fra maschio e femmina si presenta dopo la maturità sessuale, infatti il maschio può marcare il territorio, ossia spruzzare gocce di urina sui muri dell’ambiente dove vive, perdendo la buone abitudine acquisite da cucciolo, quelle soprattutto di fare i propri bisogno nella lettiera, ma in genere non diventa mai aggressivo. Questo comportamento è innato nei maschi adulti perché hanno l’esigenza di evidenziare il proprio odore prima della fase dell’accoppiamento e soprattutto in presenza di altri conigli maschi.

Può accadere anche che, raggiunta la maturità sessuale, un coniglio maschio, senza altri conigli presenti in casa non senta il bisogno di marcare il territorio, ma se lo facesse si può eliminare il problema con la sterilizzazione praticando un’ incisione ai testicoli.

La scelta migliore sarebbe quella di sterilizzare il maschio prima della maturità sessuale, non appena i testicoli sono scesi completamente senza mai farlo entrare in calore. In questo caso il coniglio passa dall’età giovane a quella adulta senza però modificare il proprio comportamento, restando sempre molto tranquillo e ben educato poiché non produce più ormoni, che lo fanno diciamo “perdere la ragione”.

La femmina invece, arrivata a maturità sessuale, potrebbe avere delle gravidanze isteriche, ovvero credere di essere incinta senza esserlo veramente e preparare un vero e proprio nido per i cuccioli strappandosi il pelo dalla pancia. L’unico rimedio a questo atteggiamento è la sterilizzazione che comporta l’asportazione dell’apparato riproduttivo. Anche in questo caso si consiglia di sterilizzare la femmina verso i cinque mesi, prima della maturità sessuale affinché non raggiunga mai la fase di cambiamento ormonale.

Il mio consiglio è di sterilizzare in ogni caso sia il maschio che la femmina prima della maturità sessuale.